La storia della Recipharm

La storia della Recipharm è iniziata nel 1995. Una delle fabbriche di compresse di Pharmacia a Årsta, a sud di Stoccolma, ha dovuto chiudere in seguito alla decisione di effettuare la produzione di compresse in Italia. Thomas Eldered, Manager Aziendale allo stabilimento, e Lars Backsell, capo della Divisione per la Cura Personale di Pharmacia, hanno visto il potenziale dello stabilimento e organizzato un’acquisizione manageriale. Alla nascita, Recip (come era conosciuta), aveva 140 dipendenti, un giro di affari di 220 milioni di SEK (circa 24 milioni di Euro) e prodotti interni; Apoteket era il cliente principale.

L’estroverso Backsell, apertamente orientato al mercato, accanto all’analitico e molto più riservato Eldered apparivano in un certo senso male assortiti, ma sono diventati una coppia di comproprietari di successo, che si completava a vicenda per personalità ed esperienza. Sono riusciti ad assicurarsi un ottimo staff e hanno creato rapidamente una forte cultura aziendale. L’amministrazione e il personale erano entrambi fortemente coinvolti e del tutto dedicati alla creazione di un’azienda completa, e da ciò è nato un forte spirito imprenditoriale. Ha avuto inizio un lavoro ambientale globale che ha dato all’azienda un forte vantaggio competitivo. Il profilo ambientale dell’azienda rimane un elemento importante di Recipharm.

Tra il 1998 e il 2004 sono stati acquisiti tre ulteriori stabilimenti per la produzione di diversi preparati in Svezia; nel 2001 è stato creato il marchio Recipharm per l’appalto a terzi. Un anno dopo, gli stabilimenti sono stati riorganizzati in due società sussidiarie distinte. Nel 2007 è stata presa la decisione di concentrarsi sull’outsourcing; i prodotti interni sono stati venduti e il gruppo ha preso il nome Recipharm. In quanto produttore a contratto, Recipharm ha come clienti aziende farmaceutiche che producono i loro prodotti al di fuori dei loro stabilimenti.

Nel 2007 si è anche vista l’acquisizione della prima fabbrica al di fuori della Svezia, a Monts, in Francia. Ulteriori acquisizioni sono seguite tra il 2007 e il 2010 nel Regno Unito, in Francia, Svizzera, Germania, Svezia e Spagna. Alcuni degli stabilimenti coinvolti erano minacciati di chiusura, e ciò ha creato sin dall’inizio un’attitudine positiva del personale verso la nuova azienda. In diversi casi, sono state investite risorse maggiori nei nuovi stabilimenti per ottenere certificazioni per la qualità, per l’ecologia e per l’ambiente lavorativo. La strategia del gruppo per le società sussidiarie verte sull’autonomia, con un impegno preciso volto a cercare di mantenere il carattere locale.

Nell'aprile 2014, Recipharm è diventata una società per azioni quotata alla Borsa di Stoccolma, mentre nel corso del 2014 e del 2015 ha acquisito diversi stabilimenti. La strategia del gruppo prevede la massima autonomia per le affiliate, con misure specifiche orientate a conservarne il carattere locale.